martedì 24 febbraio 2009

Chiacchiere

Per il Carnevale non potevano mancare le chiacchiere.

Ingredienti:

500g farina
3 uova
50g burro
100g zucchero
1 bicchierino di liquore Strega
1 bustina di vanillina
1 cucchiaino di lievito per dolci
buccia grattugiata di un limone






In una terrina o nella ciotola dell'impastatrice mettere la farina setacciata, 100g zucchero, 50g burro morbido tagliato a pezzettini, le uova, la buccia grattugiata del limone, la vanillina e il lievito, mescolare il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo.
lasciar riposare per 30 minuti.
Con la Nonna Papera fare delle sfoglie sottili, con la rondella formare le chiacchiere e friggerle in abbondante olio caldo. Appena dorate, adagiarle su carta assorbente per eliminare l’eccesso di grasso. Servirle cosparse di zucchero a velo vanigliato



lunedì 23 febbraio 2009

Lasagne al ragù

Le lasagne al ragù sono un piatto tradizionale della cucina napoletana, lo si usa preparare in particolare nel periodo di Carnevale.
E’ necessario un buon ragù preparato con vari pezzi di carne di maiale.




Ingredienti per la pasta:
300g semola di grano duro rimacinata
3 uova


Ingredienti per il ripieno:
200g provola
200g fiordilatte
250g ricotta
150g salame Napoli
150g mortadella
150g prosciutto cotto
parmigiano reggiano q.b.
pecorino romano q.b.
1 piatto colmo di polpettine fritte


Per la pasta per le lasagne:
Impastare la farina con le tre uova, se è necessario aggiungere qualche cucchiaio d’acqua, lavorarla deve risultare un impasto omogeneo e ben liscio, lasciar riposare per 30 minuti.
Prendere la sfogliatrice, la classica Nonna Papera, fare tante sfoglie fino a renderle il più sottile possibile.
Un grazie a Francesca, mia figlia che mi ha aiutato nella preparazione del piatto, in questa foto è all'opera con la Nonna Papera.




Mettere sul fuoco una pentola per cuocere la pasta al dente, salarla e quando bolle mettere un goccio d’olio e buttare le sfoglie due-tre per volta, lasciarle per qualche minuto, toglerle e passarle in una ciotola contenente acqua fredda, questo passaggio serve a bloccare la cottura, quindi adagiarle su un canovaccio per farle asciugare, procedere in questo modo con tutte le sfoglie

Prepariamo il ripieno, tagliare i salumi e i latticini a cubetti, mettere la ricotta in un piatto, aggiungere del sugo e con una forchetta mescolare il tutto. Prendere una pirofila, mettere un po’ di sugo, fare un primo strato di lasagne, coprirle con il ripieno, una spolverata di parmigiano e pecorino, mettere del sugo e continuare in questo modo fino ad utilizzare tutte le sfoglie di lasagna



Completare con l’ultimo strato di pasta, coperta dal sugo del ragù e una spolverata di pecorino e parmigiano.



Infornare per 20-25 minuti a 220°. Servirla ancora calda.




domenica 22 febbraio 2009

Panini napoletani

Ieri per una festa di Carnevale a cui ha partecipato Noemi e per una cena con amici ho preparato i panini napoletani.
Quelli che sono in vendita dalle nostre parti sono fatti con lo strutto, i miei sono fatti con il burro, ma vi assicuro che sono altrettanto buoni.
Provare per credere…. in entrambe le occasioni non ne è avanzato neanche uno



Ingredienti:

1300 g di farina 00
600 g di latte
100 g di burro
100 g di pecorino romano grattuggiato o parmigiano reggiano
3 uova intere
30 g di sale fino
25 g di lievito di birra
pepe
1uovo per spennellarli



Ingredienti per il ripieno:

400 g prosciutto cotto in fette spesse
300 g di salame Napoli
300 g di mortadella
200 g formaggio semipiccante

Nella ciotola dell’impastatrice versare la farina, il sale, il lievito di birra, le uova, il latte tiepido e il burro morbido tagliato a pezzettini. Impastare per circa 10 minuti, coprire l’impasto con una pellicola trasparente e lasciarlo lievitare fino al raddoppio del suo volume. Quando è lievitato, prendere l’impasto e dividerlo in tre parti, stenderlo fino a formare un quadrato di circa mezzo centimetro di spessore.
Lo si cosparge di pecorino o parmigiano grattugiato, si mette del pepe secondo i propri gusti, i salumi misti e il formaggio semipiccante tagliati a tocchetti. Si arrotola fino a formare un lungo salame che si affetterà dello spessore che si vuole. Ripetere l’operazione anche con l’altra pasta. I panini ottenuti vanno messi in una teglia ricoperta di carta forno distanziandoli tra loro


devono essere spennellati con l’uovo, si lasciano lievitare nuovamente fino al raddoppio del loro volume.


A lievitazione ultimata, accendere il forno a 200° e una volta raggiunta la temperatura infornare la teglia con i panini per 10-15 minuti, fino a quando saranno dorati.




sabato 21 febbraio 2009

WOW....il mio primo premio!!!!!!

E' arrivato il mio primo premio, non me l'aspettavo perchè è da poco che mi sono introdotta in questo nuovo mondo, ma proprio per questo sono molto contenta proprio come una ragazzina!!
Per questo devo ringraziare tantissimo la mia amica Lory, veneziana DOC, donna stupendaaaaa di una bellezza folgorante, la foto non le rende giustizia, raffinata, elegante e allo stesso tempo semplice, sempre disponibile e naturalmente una grande CHEF.
Il premio "FRIENDS FOREVER" è molto importante per me per il suo significato..... un valore in cui io credo molto.
Questo premio lo giro alle amiche bloggers che conosco personalmente e non come:
- Lory-- Dolci e salate tentazioni -- che ho avuto di conoscerla e di ospitarla anche a casa mia insieme alla nostra comune amica Grazia e rispettivi consorti
-Marsettina -- sempre in cucina con allegria --alias per me Signorina Tutto Pepe, ci siamo viste una sola volta, ma c'è stato subito un ottimo feeling
- Scary -- Gli scarabocchi di scarabocchio --che con le sue mani d'oro fa veri e propri capolavori e mi aiuta in tutti i problemi che ho al pc
- Flavia -- storie di rane e di mucche! a cui sono molto legata anche se non ci siamo ancora viste
- Eleonora -- Anicestellato -- che conosco da un bel pò solo virtualmente e spero quanto prima di incontrarla dal vivo ( abitiamo nella stessa città o per meglio dire nello stesso quartiere)
- Micaela -- Il Criceto Goloso --perchè è una delle prime persone che ha visitato e continua a visitare il mio blog
- Ivana -- Cucinario di nonna Ivana --che con i suoi meravigliosi post mi fa visitare paesi a me sconosciuti e conoscere piatti locali


G R A Z I EEEEEEEEE !!!!!!!!

mercoledì 18 febbraio 2009

Le cicerchie

Circa un mese fa, in un mercatino rionale, ho visto questo legume a me sconosciuto.
Ne ho comprato un pò, sono le cicerchie, è un legume ormai dimenticato, coltivato solamente in alcune zone dell'Italia centrale in quantità ridotta.
Le cicerchie si trovano solo secche, e vanno sottoposte a un lungo ammollo prima di cuocerle, io le ho lasciate in ammollo una notte.


Ingredienti:

300g di cicerchie
passato di pomodoro
1 spicchio aglio
sale
olio

Mettere le cicerchie in ammollo per una notte. Cambiare l'acqua, cuocerle per 30-40 minuti.
Controllare la cottura, tagliare l'aglio a pezzettini piccolissimi, mettere un pò di passato di pomodoro, l'olio, sale e lasciare cuocere per 10 minuti.
A questo punto la cottura è finita, volendo si possono gustare a zuppa, con del buon pane tostato




oppure con la pasta mista, dipende dai propri gusti.


Sono molto buone, hanno un sapore che ricorda un pò le fave

lunedì 16 febbraio 2009

Uova alla stracciatella di Franci

Sistemando delle foto, ho trovato queste ed ho deciso di inserirle qui.
E' una ricetta semplice e veloce, fatta da mia figlia Francesca un pò di tempo fa.
Era un periodo in cui non ero in forma, e proponevo quasi sempre le stesse cose, quel giorno non mi andava di far niente e lei decise di preparare qualcosa, aprì il frigo e organizzò la cena per noi quattro.



Ingredienti:

1 uovo

1 wurstel

1 carota

1 foglia di incappucciata

latte q.b.

sale

pepe

olio

In una padella antiaderente mettere un pò d'olio, far rosolare per pochi minuti il wurstel e la carota tagliata a julienne, salare e pepere. In un piatto aprire l'uovo, aggiungere un pizzico di sale e sbatterlo velocemente con una forchetta. Prendere un'altra padella, mettere un goccio d'olio, farlo riscaldare quindi versare l'uovo, versare un pò di latte, e con la forchetta stracciare l'uovo fino a completa cottura, deve asciugarsi il latte messo. Pulire molto bene una foglia di incappucciata, asciugarla, versarvi l'uovo a stracciatella e..... servirlo con una fetta di un buon pane!!!





domenica 8 febbraio 2009

Girando il mondo in pasta frolla!!

Facciamo un bel giro del mondo con queste formine un pò diverse dal solito, andiamo a Sidney (Australia) a vedere Opera House,

negli USA per vedere la Stattua della Libertà,

a Parigi per la Torre Eiffel




a Londra per il Big Ben, in Grecia per il Parthenon, in India per il Taj Mahal, in Egitto per le Piramidi di Giza, in Cina per la Muraglia cinese, in Olanda per i Mulini a vento e poi torniamo nella nostra Italia a vedere la Torre Pendente a Pisa
Di ricette di pasta frolla c'è ne sono varie, ecco quela che ho usato.
Ingredienti:

250g. di farina
100g. di burro
100g. di zucchero
3 tuorli
un pizzico di sale

Togliere il burro dal frigo almeno mezz’ora prima di lavorarlo e tagliarlo a pezzetti.
Setacciare la farina con il sale e versarla a fontana sul tavolo. Al centro mettere il burro, i tuorli e lo zucchero. Impastare gli ingredienti e formare una palla uniforme.
Avvolgere l'impasto ottento nella pellicola trasparente per alimenti e metterla a riposare in frigorifero per circa mezz’ora, trascorso tale tempo, stenderla con il matterello ad un'altezza di 1cm, con le formine tagliare la pasta frolla.
Prendere una teglia rivestirla di carta forno, adagiarvi i biscotti, infornare in forno caldo a 180° per 10-15 minuti

venerdì 6 febbraio 2009

Pane cafone con lievito madre

Il pane è da un bel pò che non lo compro più , ormai sono più di due anni, lo preparo 2-3 volte a settimana, vi mostro varie foto, in ordine delle prove eseguite.
Lo compro solo periodo estivo, in cui il tempo disponibile è poco e preferisco non accendere il forno spesso, soffro molto il caldo.Ho provato varie ricette, il nostro preferito è il pane cafone.
Questa è la ricetta delle sorelle Simili, la riporto come presa dal loro libro, ho semplificato solo qualche passaggio.
Inizialmente ho usato la farina manitoba come indicato in ricetta , ma dopo svariate prove, adesso uso la farina 0 per i rinfreschi e la farina 00 per l'impasto finale, il risultato è eccellente.



primo rinfresco:

65 gr pasta madre

75 gr farina di manitoba

45 gr acqua

Nella ciotola dell’impastatrice, mettere la farina e lievito, pian piano si aggiunge l'acqua e si impasta fino ad ottenere un impasto ben omogeneo che metteremo in una terrina e faremo lievitare coperto per circa 3 ore.
Trascorso tale tempo si procede con il

secondo rinfresco:

tutto l'impasto precedente

90 gr farina di manitoba

45 gr acqua

Procediamo allo stesso modo aggiungendo farina ed acqua, lasciando lievitare ancora per 3 ore. Quindi procediamo con

impasto:

tutto l'impasto precedente

850 gr farina di manitoba

500 gr circa di acqua

25 gr sale

Procediamo al solito modo, l'impasto andrà lavorato benissimo per una decina di minuti, battendolo anche sulla spianatoia, una volta lavorato lo lasciamo riposare per 30'.

A questo punto, prendiamo la nostra parte di impasto e gli diamo delicatamente la forma di filone, di panino o pagnotta, e li adagiamo sulle teglie ben infarinate.

Mettere in forno spento a lievitare per 8-10 ore; il tempo di lievitazione varia molto in base alla temperatura presente in casa

Cuocere in forno caldo a 240°, appena inforniamo abbassiamo a 200° e facciamo cuocere 45'.

















domenica 1 febbraio 2009

Torta zuccherata con lievito madre

Ancora una ricetta con lievito madre, fatta varie volte per apportare le varie modifiche secondo i gusti familiari, la prima con copertura di granella di zucchero, la seconda a forma di ciambella


Ingredienti:

350 gr. lievito madre molto attivo

100 gr. burro morbido

4 cucchiai di zucchero

1 cucchiaino di sale

210-230 gr di acqua

3 tuorli

scorza grattugiata di due arance

500 gr di farina 0

125 g di gocce di cioccolato

1 tuorlo per la copertura

50 g di granella di zucchero

Mettere nella ciotola dell'impastatrice il lievito madre molto attivo, l'acqua (non tutta), lo zucchero, il sale e i tuorli, aggiungere la farina in due o tre volte, mescolare il tutto, se è necessario aggiungere la restante acqua. Tagliare il burro morbidoa piccoli pezzi e metterli nella ciotola pochi per volta, impastare il tutto fino fino ad ottenere un impasto liscio. Lasciarla lievitare per 3-4 ore.

Poi prendere l'impasto, metterlo su una spianatoia infarinata, unire le gocce di cioccolato, mescolare affinchè le gocce siano ben distribuite. Imburrare molto bene una teglia, distribuire in modo uniforme il composto e lasciar lievitare dalle 6-8 ore. Una volta lievitato, spennellare la superficie con un tuorlo d'uovo e cospargerlo di granella di zucchero. Mettere in forno già caldo a 180° per circa 30-35 minuti

Si può usare anche uno stampo a ciambella!!




LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...