venerdì 29 luglio 2011

Spaghetti con i murici

Questo è uno dei primi piatti che preferisco peccato solo che i Murici, per noi napoletani e’ scuncigl, non si trovano tutto l’anno, ma quando ne ho in abbondanza ne faccio scorta congelandoli. Questi sono stati pescati da mio cognato e Noemi, mia figlia, lungo la costa di Posillipo



Ingredienti:
spaghetti
murici
pomodori pelati
aglio
peperoncino piccante
olio extravergine


Pulire molto bene i murici, lavarli più volte sotto l’acqua corrente. Metterli in una pentola e coprirli d’acqua, lasciarli cuocere 20-25 minuti da quando l’acqua inizia a bollire. Lasciarli raffreddare nell’acqua di cottura, quindi con l’aiuto di uno stecchino tirare fuori i murici dal loro guscio
Preparare il sugo in una padella capiente, a metà cottura versare i murici nel sugo, lasciar cuocere il tutto fino a completa cottura.
Lessare gli spaghetti al dente, scolarli e versarli nella padella contenente il sugo, mescolare e lasciar insaporire per qualche minuto, servirli ben caldi e buon appetito!!





giovedì 28 luglio 2011

Fiori di zucchine con prosciutto cotto e caciotta Kremina In.al.pi

Un nuovo modo di preparare i fiori di zucchine, per il ripieno ho usato la caciotta Kremina In.al.pi, è perfetta per questa farcitura



Ingredienti:
fiori di zucchine
prosciutto cotto
caciotta Kremina In.al.pi
sale
2-3 cucchiai olio d’oliva
farina 00 Molino Chiavazza
uova
pangrattato

Pulire e lavare i fiori di zucchine, togliere il pistillo centrale, lasciarli a testa in giù in una scolapasta per qualche ora per far perdere l’eventuale acqua
Tagliare a piccoli pezzi del prosciutto cotto e della caciotta, io ho usato La caciotta Kremina
Aprire con delicatezza ogni fiore, aggiungere al centro la caciotta e poi il prosciutto cotto, chiuderlo bene, infarinarlo, passarlo nell’uovo sbattuto dove si aggiunge un po’ di sale fino, poi passarli nel pangrattato.
Prendere una teglia antiaderente, versare 2-3 cucchiai di olio d’oliva, adagiare i fiori preparati precedentemente, mettere in forno già caldo a 220° per un totale di 20 minuti. Quando sono trascorsi i primi 10 minuti, togliere la teglia dal forno e girare i fiori dall’altra parte, rimetterli in forno nuovamente e lasciar cuocere gli altri 10 minuti….devono dorarsi.
Servirli ben caldi con un pizzico di sale ………il palato vi ringrazierà!!!







lunedì 25 luglio 2011

Pizza ai peperoni

Ho provato un nuovo impasto per la pizza, un po’ diverso dal solito, ho messo molta acqua in più, meno lievito, ed ho usato la Farina per pizze dei Molini Rosignoli
Ho lasciato lievitare per 9 ore
E’ venuta una pizza leggerissima, ben lievitata, molto gustosa, ben cotta…… PERFETTA !!!
Grazie anche alla Farina per pizze dei Molini Rosignoli che ho usato per la prima volta..gran successo!!!!!




Ingredienti:
1100 Farina per pizze dei Molini Rosignoli
1 lievito di birra
18g sale
acqua 700-750

Farcitura:
peperoni in padella
provola
3-4 cucchiai di passato pomodoro
sale
olio (se è necessario)

Nella planetaria, setacciate la farina con il sale
Al centro mettete il lievito sciolto in poca acqua tiepida. Impastate e aggiungere un po’ alla volta l’acqua, lavorate a lungo fino a ottenere una pasta morbida e omogenea e allo stesso tempo quasi elastica deve incordare bene.
Lasciarla nella ciotola della planetaria e lasciar lievitare per 2 ore. Trascorso tale tempo mescolare nuovamente per qualche minuto, lasciar lievitare ancora due ore e ripetere l’operazione.
Poi prendere l’impasto, farne una pagnottina, incidetela a croce sulla sommità, mettetela in una ciotola e copritela.
Lasciatela lievitare in forno per ancora 4-5 ore. Prendere l’impasto dividerlo in due parti e con le mani tiratela dello spessore di circa mezzo centimetro.
Adagiare l’impasto in due teglie unte d'olio, coprire il fondo, lasciar riposare intanto tagliare la provola a piccoli pezzi e i peperoni a piccole striscioline.
Distribuite gli ingredienti lasciando liberi due centimetri di pasta del bordo, salare, se è necessario aggiungere un po’ d’olio, io ho messo quello dei peperoni.
Cuocere in forno già caldo a 250° per circa 30-35 minuti











sabato 23 luglio 2011

Collaborazione Fabbri 1905

E' iniziata una mia nuova collaborazione... con FABBRI 1905 !!!
È stata fondata nel 1905 a Portomaggiore da Gennaro Fabbri che acquista una vecchia drogheria per la produzione di liquori e di sciroppi: nasce così la Premiata Distilleria Liquori G. Fabbri. La piccola bottega conquista sempre più successo presso il pubblico grazie alla vendita di bevande quali il Virov, ovvero uno zabajone al marsala, e il Gran Forte Fabbri, un cognac distillato in botti di rovere della Slovenia.
Nel 1924 la sede della ditta si trasferisce a Bologna acquistando una palazzina a Borgo Panigale con annessi terreni e capannoni.
Parallelamente alla vendita di sciroppi, alla menta e alla granatina, inizia la produzione di quello che sarà considerato il simbolo della ditta ovvero l’amarena, imbottigliata negli speciali vasi di ceramica di Faenza decorati di blu e bianco. L’azienda inizia così a farsi conoscere in tutta Italia grazie a questo nuovo prodotto mentre gli anni ‘30 segnano l’avvento alla conduzione della società da parte dei figli di Gennaro Fabbri, Romeo e Aldo. La produzione degli anni ‘30 si allarga alle marmellate e alla ciliegia al liquore, altro grande successo dell’azienda.
La Fabbri 1905 attualmente opera in cinque settori principali: largo consumo, horeca, gelateria artigianale, pasticceria artigianale e industria alimentare
Questi sono i prodotti che la Fabbri mi ha omaggiato




Adesso devo mettermi subito all'opera per provare questi deliziosi prodotti




giovedì 21 luglio 2011

Muffin al cioccolato

Altri muffin anche loro vestiti a festa..... questa volta al cioccolato, ho voluto provare la farina 00 dolci e sfoglie dei Molini Rosignoli, ..... risultato OTTIMOOOOOO !!!!!
Insieme a quelli con gocce al cioccolato ed a un piccolo pan di spagna farcito con crema pasticciera e panna, sono stati ulizzati per festeggiare mia figlia Francesca e una sua cara amica entrambe diplomate quest'anno con il massimo dei voti.... forse si è capito 100/100 !!!



Ingredienti per 16 muffins:
170 g di farina 00 dolci e sfoglie dei Molini Rosignoli
30 g di fecola di patate
150 g di panna fresca non montata
1 bustina di lievito
1 uovo
130 g zucchero
75 g di cioccolato fondente
75 g di cioccolato al latte
2 cucchiai colmi di gocce di cioccolato

Sciogliere a bagnomaria i due tipi di cioccolato.
Mescolare in una terrina tutti gli ingredienti secchi. In un’altra quelli liquidi e infine unire i due 2 composti e mescolare, amalgamare bene e velocemente.
Mettere con l’aiuto di un cucchiaio l’impasto in ogni pirottino di carta inserito nella teglia per muffins.
Cuocere a forno gia caldo a 180° per circa 25 minuti.
Una volta sfornati i muffins lasciateli raffreddare.





Muffin con gocce di cioccolato in una nuova versione!!

Muffin sempre graditi e velocissimi da preparare, già postata qui. Questa volta ho utlizzato la farina 00 Antigrumi del Molino Chiavazza....gran successo.
La ricetta la trovate qui , è quella della grande Anna di Gli scarabocchi di scarabbocchio, ricetta provata più volte, questa volta in versione "festeggiamento diploma di esame di stato" per mia figlia Francesca e una sua cara amica. Grazie Anna!!





Ingredienti per 12 muffins:
260 g di farina 00 Antigrumi del Molino Chiavazza
100 g zucchero
sale q.b.
1 bustina di lievito per dolci
180 ml di latte
80 ml di olio d'oliva (ho utilizzato olio di arachide)
1 uovo
cioccolato fondente in scaglie (ho utilizzato gocce di cioccolato)

Mescolare in una terrina la farina con lo zucchero, il sale e il lievito.
A parte mescolare latte, olio e uovo.
Unite poi il tutto mescolando energicamente e aggiungere il cioccolato in scaglie (tagliatelo a mano col coltello e non polverizzatelo... i pezzettini devono variare in misura!)
Distribuite il composto ottenuto con un cucchiaio nella teglia dei muffins che avrete precedentemente imburrato (se la teglia è antiaderente non serve, perchè l'impasto contiene olio).
Infornare per circa 20 minuti in forno preriscaldato a 200°.
Far raffreddare prima di sformare.

lunedì 18 luglio 2011

Gelato al Cioccolato Cremoso

Questo è uno dei gelati più buoni preparati con la gelatiera...... gelato al Cioccolato Cremoso di Ziopiero.
Semplice, veloce nell'esecuzione, ha però un gran difetto ......è troppoooooooo buonooo. Mi spiace che la foto non rende giustizia... quando il gelato era già pronto per essere fotografato ho notato che macchina fotografica era con pile scariche, subito a cercare altre pile ed intanto il gelato iniziava a sciogliersi!!
Lo preparerò nuovamente in questi giorni e rifarò le foto
Grazie Ziopiero ...la famiglia al completo ringrazia




Riporto la ricetta di Ziopiero
4 tuorli
140 gr zucchero
40 gr glucosio
20 gr miele
250 gr panna
250 gr latte
55 gr cacao
60 gr cioccolato fondente 70%

Montate le uova con lo zucchero. Unitevi poi il cacao.
Bollite latte, miele, panna e glucosio e fate una crema con il resto del composto.
Un attimo prima di togliere dal fuoco, unitevi il cioccolato fatto a pezzettini.
Fate sciogliere per bene, freddare e poi in frigo per 12 ore.
Dopodiché: Gelatiera a gogo' !!!!




venerdì 15 luglio 2011

Crostata estiva

Come detto nel post precedente da qualche giorno è iniziata la mia collaborazione con i Molini Rosignoli srl, volevo subito provare le loro farine, non poteva esserci occasione migliore,.... iniziare preparando la crostata estiva
Questa crostata salata, nasce dopo aver visto alcune foto sul Ricettario di Bianca, dove alcune amiche hanno preparato una crostata di verdure e leggendo varie ricette da cui ho preso spunto….. alla fine ho preparato questa



Per la pasta:
350g farina 00 per pizze Molini Rosignoli
1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva
sale q.b.
1 pizzico di zucchero
12g lievito di birra
90g latte
95-100g acqua

Per il ripieno:
3 peperoni (possibilmente di diverso colore)
3 patate medie
3 zucchine medie
15 pomodorini ciliegino
10 foglie di basilico
1 pomodoro secco (per la decorazione)
1 spicchio aglio
sale
pepe
olio extravergine

Preparazione del ripieno
Lavare e pulire bene tutte le verdure.
Tagliare i peperoni, le zucchine e le patate a tocchetti, i pomodorini a metà, prendere due padelle, una di media grandezza e l’altra più capiente, nella più grande mettere l’aglio tagliato sottilmente (se non piace si può anche eliminare), l’olio, far quasi dorare l’aglio quindi mettere i peperoni, lasciarli cuocere per 5-10 minuti, salarli. Nell’altra padella mettere l’olio, appena è caldo versare le patate, farle cuocere per circa 5 minuti, aggiungere poi le zucchine, mettere il sale, cuocere ancora per 5 minuti.
Dopo questa operazione, unire le patate e le zucchine nella padella più capiente dove ci sono i peperoni, aggiungere i pomodorini ed il pepe, se è necessario ancora un po’ di sale, mescolare il tutto e lasciar stufare a fuoco medio per circa10 minuti, qualche minuto prima di spegnere aggiungere il basilico tagliato rigorosamente con le mani.
Far raffreddare completamente prima di utilizzarlo, volendo si può anche prepararlo il giorno prima e conservalo in frigo


Preparazione della pasta
Misurare l’acqua, prenderne un po’ e sciogliere il lievito, aggiungere lo zucchero, 100g di farina e fare il lievitino (un piccolo primo impasto) aggiungendo l’acqua necessaria, lasciar riposare 30 minuti.
Dopo il tempo trascorso, aggiungere la farina rimanente, l’olio, il sale, il latte a temperatura ambiente, l’acqua un po’ alla volta, lavorarlo per 10-15 minuti fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio.
Lasciar lievitare per circa 60-90 minuti, …l’impasto deve raddoppiare.
Prendere una teglia, meglio se una tortiera con chiusura (diametro 26cm) ungerla con l’olio, stendere la pasta conservando un po’ per la decorazione facendo attenzione di fare i bordi un po’ alti
Mettere il ripieno e livellarlo aiutandosi con un cucchiaio, con la pasta rimasta fare delle striscioline e decorarla tipo crostata
Cuocerla in forno già caldo a 180° per circa 25-30 minuti, deve risultare ben dorata







giovedì 14 luglio 2011

Collaborazione con Molini Rosignoli srl

E’ iniziata una mia nuova collaborazione con i ....Molini Rosignoli srl che gentilmente mi hanno inviato gratuitamente una campionatura delle loro ottime farine per uso domestico.
La storia dei Molini Rosignoli inizia nel 1928, quando Antonio Rosignoli e i suoi fratelli acquistano uno stabilimento per la macinazione di grano tenero sul sito dell'attuale sede.
Si sono inserite col passare degli anni le varie generazioni,
Oggi, superati gli ottant'anni di attività, la spinta all'ammodernamento non conosce soste, come testimoniato dal recente rifacimento dei magazzini, dotati di un nuovo impianto per il confezionamento delle farine, e dall'installazione di nuovi silos per lo stoccaggio e la miscelazione dei prodotti della macinazione.
Nonostante il progresso tecnologico, i Molini Rosignoli sono rimasti nel tempo fedeli alle proprie radici. Anche il salto d'acqua, che in origine costituiva l'unica fonte di energia, è ancora parte integrante dello stabilimento, tramite una turbina che copre quasi il 30% del fabbisogno energetico dell'attuale impianto. Un legame con la tradizione che diventa oggi attenzione alla sostenibilità della produzione di farine e rispetto per l'ambiente.


















martedì 12 luglio 2011

Polpettone farcito

Alcuni giorni fa ho ricevuto in omaggio dei prodotti INALPI spa, subito ho pensato come utilizzarli…. ho pensato di preparare quest’ottimo polpettone utilizzando le fettine INALPI
Gran bella ricetta estiva, da preparare anche il giorno prima…il polpettone farcito di Rita/ciao65, una cara amica che ho avuto la fortuna d conoscere a maggio scorso al Maxi Raduno del ricettario di Bianca al quale sono iscritta da diversi anni
Questa ricetta la trovate nel blog di Rita nato da poco, vi invito a visitarlo… In cucina con me e sul Ricettario di Bianca.
L’ho già preparato due volte e credo che soprattutto in questo periodo di grande caldo sarà spesso sulla mia tavola, lo preparo la sera o al mattino presto per poi gustarlo la sera con contorno di insalata mista, di pomodorini, ecc….
Grazie Rita.. la famiglia al completo ringrazia e grazie INALPI spa !!!!
Riporto la ricetta di Rita


Ingredienti:
500 g di carne macinata mista (bovino, suino e mortadella nelle quantità preferite - io faccio 200+200+100)
2 uova
3 sottilette (io ho usato le fettine INALPI spa)
50 g di prosciutto cotto a tagliato a fettine
1 pacchettino piccolo di wurstel di pollo e tacchino
parmigiano reggiano q.b.
pane grattugiato q.b.
sale
noce moscata q.b.
1 noce di burro.

Per prima cosa sbattere un uovo con una presa di sale e strapazzarlo in una padella antiaderente, unta con un filo d’olio, poi farlo raffreddare.
Impastare la carne macinata con sale, noce moscata, un uovo, parmigiano reggiano e pane grattugiato. Una volta ottenuto un impasto omogeneo, stenderlo su un foglio di carta di alluminio quindi farcirlo con le sottilette, il prosciutto cotto, l’uovo strapazzato e i wurstel.
Aiutandosi con la carta di alluminio arrotolare il polpettone, lavorarlo un poco con le mani per amalgamare al meglio la farcitura e dare la classica forma del polpettone; quindi avvolgere nella carta di alluminio unta con una noce di burro e cuocere in forno a 180° per circa 40 minuti.
Tagliare freddo (meglio il giorno dopo).


venerdì 8 luglio 2011

Nuova collaborazione..con Inalpi spa

Mercoledi è iniziata la mia collaborazione con la società INALPI spa, ho ricevuto dei prodotti che la società mi ha inviato gentilmente e gratuitamente
Sin dal lontano 1800 le famiglie proprietarie di IN.AL.PI erano attive nel settore lattiero caseario.
La tradizione, ben rappresentata da questa lunga esperienza, ha saputo evolversi grazie ad una grande attenzione al miglioramento della qualità, alle richieste del mercato ed all'innovazione tecnologica ed ha portato alla nascita a Moretta (Cn) dell'attuale IN.AL.PI.
Il processo di sviluppo, costruito con passione e professionalità, si è rivelato vincente grazie alla ricerca costante di un altissimo standard qualitativo delle materie prime.
L'utilizzo di latte nelle lavorazioni aziendali, la tracciabilità del prodotto e la costante attenzione posta per il rispetto della normativa igienico sanitaria costituiscono il valore aggiunto che caratterizza la produzione IN.AL.PI.
Adesso non mi resta che iniziare a provare i prodotto ricevuti, ve li mostro:





La caciotta Kremina

I formaggini






Le fettine-Emmental


Le fettine-light


Le fettine

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...