lunedì 29 giugno 2009

Taralli e il letargo della pasta madre

E' da un pò che non li preparavo, ho varie ricette, questa volta ho voluto preparare questa presa da un sito , buoni.... tra breve li confronterò con altre ricette.
Inserisco la ricetta presa dal sito, non ho apportato nessuna variazione.




Ingredienti:

- farina: 500 gr.
- strutto,sugna: gr. 150
- lievito di birra: 1 cubetto da 30 gr.
- mandorle con buccia: 200 gr.
- pepe nero: 2 cucchiaini
- sale: 2 chcchiaini

Sciogli il lievito con un dito d'acqua tiepida e aggiungilo a 100 gr. di farina, impasta, forma un piccolo panetto, incidilo a croce sulla superficie e mettilo a lievitare in una ciotola.Quando avrà raddoppiato il volume, aggiungi il sale, il pepe, la sugna (così com'è senza scioglierla) il resto della farina e tanta acqua tiepida quanto basta per ottenere un bel panetto da lavorare sopra il piano di lavoro.Lavoralo almeno per 10 minuti e poi stacca tanti pezzetti da formare dei bastoncini grossi come una matita, e lunghi circa 15 cm.Unisci i bastoncini, attorcigliali su se stessi e uniscili a ciambella. Decorali con le mandorle e mettili a lievitare, quando avranno raddoppiato il volume infornali a 180° fino a cottura completata cioè quando saranno belli dorati.
Questi taralli si conservano per molti giorni se chiusi ermeticamente.


Inoltre vi posto le foto della mia pasta madre che va in letargo, con il caldo preferisco accendere il forno pochissimo..... il suo letargo finirà nel mese di settembre!




venerdì 26 giugno 2009

Involtini di prosciutto impanati

Questi involtini li preparo da almeno 25 anni sono sempre molto graditi da grandi e piccini.


Ingredienti:

5 fette di prosciutto cotto (tagliate un po’ più doppie)
5 uova
1 mozzarella media
pangrattato
80-100g burro
olio
farina
sale
pepe


Sgusciate 4 uova in una ciotolina, unitevi un po’ di sale e sbattetele come per fare una frittata.
Prendete una piccola padella antiaderente, versate un po’ di olio, quando è caldo versare un po’ delle uova per una prima frittatina, continuate, dovete fare in totale 5 frittatine.
Mettete su di un tagliere una fetta i prosciutto cotto, sopra una frittatina e qualche fettina molto sottile di mozzarella, salate e pepate. Arrotolate il tutto a modo di cannellone.
Sbattere l’ultimo uovo, aggiungere un po’ di sale.
Passate ogni involtino prima in un velo di farina, poi nell’uovo sbattuto e infine nel pangrattato per due volte in modo che l’impanatura aderisca bene.
Fate sciogliere metà del burro in una padella antiaderente adagiatevi dentro due o tre involtini, fateli dorare da ogni parte, rivoltandoli molto delicatamente con una paletta, quando sono pronti, adagiateli su di un piatto ricoperto di carta assorbente, mettete ancora un po’ di burro e proseguite nello stesso modo con gli involtini rimasti
Serviteli ben caldi con insalatina di stagione o con patatine fritte





mercoledì 24 giugno 2009

Tigelle

Le tigelle le preparo spesso con un'altra ricetta in cui c'è lo strutto, questa volta ho voluto provare questa, è più leggera.... è stata gradita sia nella versione salata che dolce
La tigelliera è un regalo di un caro amico Garibaldi conosciuto su di un sito di cucina e che l'anno scorso ho avuto anche il piacere di conoscere dal vivo insieme a sua moglie

Ingredienti:
500 gr di farina
25 gr di lievito di birra
3 cucchiai di olio di oliva
180-200g acqua
100g latte
sale


Versare la farina setacciata nell’impastatrice, aggiungere il lievito sciolto in poca acqua tiepida, unite l'olio, il sale, il latte e una metà dell'acqua rimasta, iniziate ad avviare la macchina, se è necessario aggiungete l’acqua un po’ alla volta. Lavorate l'impasto per qualche minuto, e lasciatelo lievitare per circa 1 ora in un ambiente tiepido, poi lavoratelo un poco, dividete l’impasto in tante palline, con questa dose ne ho fatte 17, mettetele su un tagliere ben distanti tra loro, copritele con un canovaccio e fatele lievitare ancora per 1 ora. Riscaldate l'apposito utensile per le tigelle da entrambi i lati, adagiatevi le palline, nella mia tigelliera ne vanno quattro per volta e cuocetele per 2-3 min. da entrambi i lati.
Tagliatele a metà e farcirtele secondo i vostri gusti, le mie sono farcite con prosciutto cotto e mozzarella.
Provate anche a farcirle con la nutella….. ottime anche come colazione al mattino






martedì 23 giugno 2009

Cheesecake a modo mio

Sabato volevo fare qualcosa di diverso e non accendere il forno per festeggiare Francesca, sapevo che andava bene a scuola, ma questi risultati sono meravigliosiiiiiiiiii, tenendo presente il cambio fatto a settembre scorso, dall’istituto alberghiero si è iscritta al liceo linguistico (in una delle 3 scuole più "toste" di Napoli) .......quadri di Francesca !

Italiano 8
Storia 9
Matematica 8
Inglese 8
Francese 7
Tedesco 9
Diritto ed Economia 8
Storia dell'Arte 8
Geografia 8
Educazione fisica 8
Condotta 10

media 8,27
Crediti 8

Sfogliando varie riviste e vecchie ricette, alla fine ho deciso di fare le tigelle e un cheesecake a modo mio.
Per le tigelle… posto ricetta e foto domani, le foto sono sull’altra macchina che al momento è con Francesca al mare.
Adesso solo tanto riposo per lei, ha studiato in continuazine da settembre 2007, l'estate scorsa quasi niente relax, ha studiato per dare gli esami integrativi di settembre per accedere al linguistico
La cheesecake l’ho preparata tenendo presente i gusti delle ragazze, non amano molto i formaggi, quindi devo cercare di non far sentire troppo il suo sapore.





Ingredienti per la base:
200g oro saiwa
100g burro morbido


Ingredienti per la crema:
200g panna montata
200g ricotta
200g formaggio fresco light spalmabile
2 cucchiai di nesquik in polvere
100g zucchero
1 foglio di colla di pesce
2 cucchiai di latte
50g gocce cioccolato

Preparare la base, frullate nel mixer i biscotti con lo zucchero e riduceteli in briciole. Sciogliete il burro e versatelo in una ciotola capiente, aggiungete le briciole di biscotti e amalgamate bene. Foderate il fondo della tortiera da 26 cm con carta da forno e stendete il composto molto bene col dorso di un cucchiaio, e livellarlo. Mettete la tortiera in frigo per un’ora.
Intanto prepariamo la crema.
Montare la panna.
Mettere a bagno in un bicchiere pieno d’acqua il foglio di colla di pesce, quando si è ammorbidito, strizzarlo, metterlo in un piccolo pentolino con i due cucchiai di latte, far sciogliere a fuoco basso e mescolare bene
Nella ciotola del robot, (io uso sempre il mio Ken), versare la ricotta, lo zucchero e il formaggio light, il nesquik, mescolare molto bene, aggiungere la colla di pesce sciolta nel latte, aggiungere la panna e mescolare delicatamente con una spatola dal basso verso l’alto, fino a quando il composto risultato omogeneo.
Prendete la base da frigo, versate il composto ottenuto, battete un po’ su di un piano e livellarlo.
Porlo in frigo per 4-5 ore, prima di servirlo spargere sulla superficie delle gocce di cioccolate, tenute precedentemente in frigo







giovedì 18 giugno 2009

Un pò della Costa di Posillipo

Un pò di foto della costa di Posillipo, fatte da Noemi (mia figlia) per prova con il suo ultimo acquisto, non una digitale ma un telefonino di ultima generazione, foto fatte in barca
La costa è meravigliosa, solo con la barca si possono ammirare tutte le piccole insenature, ogni anno c’è sempre qualche piccola novità dovuta alle “carezze invernali” del mare e che solo l’occhio attento e del luogo riesce a riconoscere
Questa è la zona dove in estate andiamo al mare da tantissimi anni….. forse è meglio dire da sempre.
Inoltre è il luogo dove mio marito è nato e cresciuto, dove io da piccola con mia madre e mia sorella andavamo al mare…. e....dove tanti anni fa io e Roberto ci siamo conosciuti






















Questa è Villa Lauro, dove molti anni fa si giravano le riprese di Un posto al sole







Questa piccola insenatura è l'entrata di Villa Lauro, dove l'acqua è bassa ed è uno specchio meraviglioso, ritrovo in estate di tante barche con famiglie con bimbi piccoli
Molti anni fa c'era una fontanina di acqua frizzante, (in napoletano ricordo che si diceva "acqua frrign e Villa Lauro") dove tutte le barche che passavano in zona si fermavano a riempire qualche bottiglia. Aveva un sapore particolare, moltissimi la trovavano meravigliosa, a me non piaceva..... amo l'acqua naturale


sabato 6 giugno 2009

mercoledì 3 giugno 2009

Babà

Come promesso, la ricetta del babà.
E' un dolce semplice ma buonissimo, si può bagnare con il rhum o con il limoncello



Ingredienti:
1 lievito di birra
300g farina per dolci o manitoba
75 g zucchero
6 uova
75g burro a pezzettini
Ingredienti per bagnarlo:
500 g di acqua
150 g zucchero
150-200 g limoncello o rhum
1 cucchiaio di marmellata di albicocche

Unire farina, lievito, burro, zucchero e aggiungere le uova una alla volta. Sbattere, sbattere, sbattere, questo lavoro lo faccio usando il Kenwood utilizzando la frusta a filo, fino a quando il composto non risulta perfettamente liscio. Ungere una teglia per il babà, spolverizzarlo con la farina, riempire lo stampo per quasi due terzi, lasciarlo lievitare per 2 ore.
Mettere in forno a 160° per circa 25 minuti. Lasciarlo raffreddare completamente.
Preparare lo sciroppo per bagnarlo, mettendo in un pentolino l'acqua, lo zucchero, il limoncello o il rhm, la quantità del liquore dipende dai propri gusti, lasciar scioglere bene lo zucchero ed aggiugere il cucchiaio di marmellata, mescolare molto bene.
Bagnare il babà quando si è raffreddato completamente, mettendo poco per volta lo sciroppo ottenuto e decorarlo con panna e qualche fragolina.
N.B. Per lo stampo di cm     di diametro (come il mio grande) serve una dose e mezza di tutti gli ingredienti.


Annotazione: se si vuole un babà bello lucido si può alla fine stendere con un pennellino della gelatina all'albicocca, e poi decorarlo secondo i propri gusti

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...