mercoledì 28 dicembre 2011

Panettone per il Natale 2011 !!!!

Anche quest’anno ho preparato due panettoni con il lievito madre
La ricetta base è quella delle Sorelle Simili alla quale ho apportato delle modifiche



Ho rinfrescato il mio vecchio ed ottimo lievito madre per 5 volte in questo modo:
100g di lievito madre
100g di farina manitoba Molino Chiavazza
50g di acqua tiepida
Impastare bene, lavorare per 10min, formare una palla, incidere a croce e mettere al caldo per tre ore e a temperatura ambiente per 1 ora.
Ripetere quest'operazione per 5 volte, il lievito madre deve raddoppiare in 3 al massimo in 4 ore il suo volume
A questo punto il lievito è forte, attivissimo ed è pronto per l’impasto.


Primo impasto

550g di farina manitoba Molino Chiavazza
150g di zucchero
140g di burro morbido
250g di acqua tiepida
225g dell’ultimo rinfresco
7 tuorli d’uovo
Mettere i tuorli nell’acqua e sbattere il tutto un attimo. In una ciotola impastare la farina, lo zucchero, l’acqua con i tuorli, poi unire il lievito e lavorare per 15 minuti, poi unire ancora il burro e lavorare battendo in ciotola per 8-10minuti. Mettere in un’altra ciotola unta di burro, coprire, tenere in luogo caldo per due ore, poi lasciare a temperatura ambiente per 10-12ore: deve aumentare 3-4 volte.

Secondo Impasto

270g di farina manitoba Molino Chiavazza
140g di burro morbido
80g circa di acqua tiepida
50g di latte fresco intero
50g di zucchero
350g di uva sultanina
125g di scorza di arancia candita a cubetti
125g di frutta candita a cubetti
10g di sale
10g di miele
10g di malto di grano
6 tuorli d’uovo.
1 stecca di vaniglia, aperta in lunghezza, estraendo con la lama di un coltellino i semini
3 forme di carta per panettone da 750g (ho usato 2 forme per panettone da 1 Kg.)

Mettete in una ciotola il latte, l’acqua, lo zucchero, i tuorli, il miele, il malto, il sale e i semini della vaniglia; mescolate fino a fondere bene il tutto, poi unite la farina battendo. L’impasto risulterà molto sodo, ma NON aggiungete acqua. Unite, invece il Primo impasto e battete a lungo finché non sarà bene amalgamato, poi unite il burro un po’ alla volta, sempre battendo, finché non sarà tutto assorbito.
Unite l’uva sultanina messa precedentemente per 4-5 ore nel marsala all’uovo, toglierla dal marsala aiutandosi con un colino, passare l’uvetta nella farina.
Aggiungere i canditi e amalgamate per bene. Imburrate un grande vassoio, rovesciatevi sopra l’impasto, dividetelo in tre pezzi di circa 800g ciascuno (io ne ho fatti due pezzi di uguale peso) e con entrambe le mani imburrate formate tre( per me due) palle e mettetele in un luogo tiepido a lievitare per 20 minuti, dopo averle ricoperte a campana.
Riprendete il vassoio e, con le mani bene imburrate, arrotolate coi pollici ogni palla di impasto fino ad averle più strette, poi sollevatele e mettetele nelle forme di carta del panettone.
Fate lievitare in luogo caldo scoperti per 3-4 ore o più, fino a che l’impasto non avrà raggiunto il bordo della forma. Metteteli a lievitare ognuno su una piccola teglia, poiché le forme di carta non hanno alcuna consistenza e, quando le dovrete spostare, rischiereste con il movimento di rovinare la lievitazione.
Quando la pasta avrà raggiunto il bordo dello stampo, con una lametta o un cutter (e non un coltello da cucina, perché per questo tipo di sottile e delicata incisione non è molto adatto) incidere molto delicatamente due tagli in croce (ma solo in superficie e leggermente, incidendo solo la pellicina vi raccomando) e sollevate leggermente i quattro lembi che si saranno formati al centro e al centro ponetevi una noce di burro.
Cuocere in forno a 180° per 25-30 minuti. Prima di sfornarli, provatene la cottura con un lungo stecchino. Appena escono dal forno dovete subito capovolgerli per farli raffreddare infilando 2 spiedini lunghi a croce che appoggerete su due pile di libri o di pacchi di zucchero
Considerando che nel vostro panettone non ci sono ingredienti chimici atti a conservarlo a lungo, se come immaginiamo, voi dovrete farlo giorni prima delle feste, vi consigliamo volendo una volta che li avrete messi nel sacchetto, di conservarli in congelatore dal quale dovrete toglierli alcune ore prima di servirli.






Con questa ricetta partecipo al Contest del Molino Chiavazza, Mani in Pasta: La Tradizione del Natale - Dicembre 2011

martedì 20 dicembre 2011

Glassa all'albume

Questa ghiaccia o glassa è molto indicata per decorare dei biscotti, l'ho utilizzata in alcuni biscotti presentati nei precedenti post

Ingredienti:
100 g zucchero a velo
1 albume

Sbattere leggermente l'albume con una forchetta
Mettere in una ciotola gli ingredienti ed amalgamarli bene , si dovrà ottenere un composto cremoso ma non liquido.
Utilizzarla con dei piccoli coni per decorare i biscotti, si asciughera in 1-2 ore.

sabato 17 dicembre 2011

Orecchiette con melanzane e salsiccia

Gran bel piatto............. è davvero gustosissimo!!!
Ho utilizzato delle mini melanzane, grandezza massima 5-6 cm di lunghezza!!


Ingredienti per 3 persone:
270g di pasta formato Orecchiette Benedetto Cavalieri
½kg melanzane molto piccole
½ cipolla
2 salsicce di maiale
50g pancetta tesa non affumicata
olio extravergine d’oliva
olio per friggere
3 cucchiai di VinChef
sale
peperoncino di contuso Tec-Al
2 barattoli di pomodorino del piennolo del Vesuvio D.O.P. Casa Barone
parmigiano grattugiato

Lavare, tagliare le melanzane a tocchetti, aggiungere un po’ di sale, dopo circa 30-40 minuti lavarle, strizzarle e friggerle, appena sono imbiondite adagiarle su carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso.
Prendere le due salsicce, privarle dei propri budelli, metterle su di un piatto, aiutandosi con una forchetta spezzettare la carne.
In una padella mettere l’olio extravergine d’oliva, la cipolla tagliata sottilmente, la pancetta tagliata a dadini, far soffriggere, aggiungere le salsicce, far cuocere a fuoco vivo per qualche minuto, aggiungere il VinChef , mescolare e lasciar evaporare per qualche minuto, poi aggiungere i due barattoli di po
Il peperoncino di contuso e il sale, lasciar cuocere per circa 40 minuti, unire le melanzane, mescolare e lasciar cuocere ancora per 10 minuti.
Cuocere le orecchiette in abbondante acqua salata, scolare le orecchiette, condirle con metà sugo ottenuto, aggiungere il parmigiano e mescolare velocemente.
Preparare i patti aggiungere dell’altro sugo e servire il piatto ben caldo













Con questa ricetta partecipo al Contest

venerdì 16 dicembre 2011

Biscotti di Pan di zenzero

Biscotti molto adatti per queste feste natalizie, molto profumati, si posso consumare semplice o glassati, piacciono a grandi e piccini


Ingredienti:
400 g di farina
150 g di miele
160 g di zucchero
150 g di burro morbido
1 uovo
2 cucchiaini rasi di cannella in polvere
2 cucchiaini rasi di zenzero in polvere
¼ di cucchiaino raso di noce moscata in polvere Tec-Al
½ cucchiaino raso di chiodi di garofano in polvere Tec-Al
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1 pizzico di sale

In una terrina o nella ciotola del robot di cucina setacciare la farina, il sale, il bicarbonato e tutte le spezie,aggiungere l’uovo, il miele, lo zucchero mescolare per 1 minuto, adesso aggiungere il burro morbido tagliato a piccoli pezzi
Impastare fino ad ottenere un composto omogeneo, deve diventare una palla
Avvolgere con pellicola trasparente l’impasto e lasciarlo riposare per alcune ore in frigo, volendo anche una notte prima di utilizzarlo.
Stendere il pan di zenzero su una superficie infarinata ottenendo uno spessore di circa mezzo centimetro, utilizzare gli stampi desiderati, adagiare i biscotti ottenuti su una teglia ricoperta con carta da forno. Mettere in forno già caldo a 180° per circa 10 minuti.
Farli raffreddare completamente e poi volendo si possono decorare come si desidera, questi sono stati preparati con la glassa











Con questa ricetta partecipo al Contest del Molino Chiavazza, Mani in Pasta: La Tradizione del Natale - Dicembre 2011

mercoledì 14 dicembre 2011

Tagliatelle con le noci





Ingredienti per due persone:
180g pasta formatoTagliatelle Benedetto Cavalieiri
60 g ricotta vaccina
1 tuorlo
sale
pepe nero in polvere
30g parmigiano reggiano
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
3 noci secche

Mettere la ricotta in una terrina, unire il tuorlo, un pizzico di pepe nero in polvere,sale. Battere con la frusta a mano amalgamando gli ingredienti e montando leggermente la ricotta.
Intanto cuocere al dente le tagliatelle, scolarle e lasciarle un po’ umide.
Trasferire le tagliatelle nella terrina, mescolare, unire metà parmigiano reggiano grattugiato.
Preparare i due piatti, cospargere sulle tagliatelle un po’ di noci spezzate e del parmigiano reggiano grattugiato su entrambi i piatti.
Servire le tagliatelle ben calde










Con questa ricetta partecipo al Contest

Collaborazione con Vinchef

E’ nata una nuova Collaborazione con …. Vinchef, non vedo l’ora di utilizzarlo nelle mie ricette, vi invito a visitare il sito
L'insaporitore ideale per le tue pietanze! Un condimento leggero e gustosissimo, a base di erbe aromatiche infuse nel vino: l'ingrediente naturale per dare un tocco magico alle tue ricette.
Anche per fare le cose più semplici ci vuole esperienza. Per questo ci sono volute molte prove e verifiche sperimentali per trovare la formula giusta di Vinchef.
Il suo segreto è tutto nella miscela bilanciata di alcune delle erbe aromatiche più diffuse in cucina come rosmarino, timo, origano, coriandolo, alloro e aglio, infuse a lungo nel vino: un matrimonio perfetto tra vino bianco italiano e gusti mediterranei per dare ai tuoi piatti in un attimo il sapore familiare delle ricette di casa.





martedì 6 dicembre 2011

Lumache in giallo

Un golosissimo primo piatto con della pasta di ottima qualità!!!!


Ingredienti per 2 persone:
180 g pasta formato Lumache Benedetto Cavalieri
100 g. caciottina (fatta da me)75g mortadella
35g burro
30g farina
1,5dl latte
1 dl brodo
20 g parmigiano grattugiato
1 uovo
1 bustina di zafferano
noce moscata
sale
burro per ungere la teglia



Sciogliere il burro in una casseruola, far tostare la farina, aggiungere lentamente, mescolando sempre, il latte e il brodo caldi e lo zafferano diluito in un po’ di brodo. Lasciar cuocer a fuoco basso per 10-15 minuti, dal momento in cui la salsa comincia a bollire e facendo ben attenzione che non si formino grumi.
Levare la besciamella dal fuoco, incorporarvi il parmigiano grattugiato e una grattata di noce moscata, regolare di sale e tenere in caldo.
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata e scolarla al dente.
Unire l’uovo alla besciamella mescolando velocemente e con metà della salsa condire la pasta.
Tagliare a dadini la mortadella e unirla alla pasta.
Disporre metà della pasta sul fondo di una pirofila ben imburrata, coprirla con metà della caciottina tagliata a piccoli pezzi e aggiungere la pasta rimasta..
Terminare con uno strato di caciottina e coprire la pasta con la restante salsa.
Mettere in forno caldo a 230° per 10 minuti, deve gratinare
Servire la pasta appena tolta dal forno












Con questa ricetta partecipo al Contest

venerdì 2 dicembre 2011

Ciambellone di ricotta con gocce di cioccolato

Semplice, veloce, ottimo per una buona e piacevole colazione



Ingredienti:
3 uova intere
300g zucchero
350g ricotta
400g farina dolci e sfoglie Molino Rosignoli
1 bustina di lievito San MARTINO
1 fialetta di mandorla per dolci
4 cucchiai di olio di arachide

Montare le uova con lo zucchero fino a quando cambia colore, diventa più chiaro, si avrà un composto ben spumoso e montato, quindi unire la ricotta, la farina setacciata, l’olio, la fialetta di mandorle ed infine il lievito. Mescolare il tutto per alcuni minuti fino ad ottenere un composto omogeneo.
Imburrare una stampo a ciambella, imburrarlo e infarinarlo molto bene, verso nello stampo il composto ottenuto, sbatterlo per qualche volta sul tavolo, se è necessario livellarlo con una spatola.
Mettere in forno già caldo a 170° per 45 minuti.
A piacere spolverizzare di zucchero a velo



giovedì 1 dicembre 2011

Zuppa della Luna biologica Biobòn

Ieri per pranzo per me e Roberto ho preparato l’ottima Zuppa della Luna della linea Biobòn Melandri Gaudenzio srl
La zuppa è composta da orzo perlato, fagioli borlotti, fagioli cannellini, fagioli azuki rossi, fagioli azuki verdi, lenticchie rosse decorticate, piselli verdi spezzati, lenticchie verdi….una bontà di salute!!


Ingredienti:
200 g Zuppa della Luna della linea Biobòn
un pizzico di aglio in granuli Tec-Al
peperoncino contuso Tec-Al
sale
olio extravergine d’oliva
2 cucchiai di salsa pronta di pomodorino ciliegino AGROMONTE

Lavare accuratamente la zuppa e cuocerla in pentola a pressione con la sola acqua per 15 minuti dall’inizio del fischio, poi aspettare che la valvola vada giù, aprire la pentola, aggiungere l’aglio, il sale, l’olio extravergine d’oliva, 2 cucchiai di salsa, mescolare velocemente , richiudere la pentola e far cuocere ancora per 5 minuti dall’inizio del fischio.
Servirla con dei bei crostini di pane casareccio e….buon appetito !!







mercoledì 30 novembre 2011

Tre nuove collaborazioni: Ariosto, La Mandorle e Emulsio il Salvambiente

In questi giorni sono nate tre nuove ed interessantissime mie collaborazioni con ottime Aziende, vi mostro le loro graditissime campionature e qualche notizia sulle loro aziende. Vi invito visitare i loro siti che troverete sicuramente molto interessanti
Ariosto, azienda attiva da oltre 50 anni sul mercato alimentare italiano, è leader in Italia nel segmento degli insaporitori.
Alla base del successo dell'azienda vi sono tre caratteristiche fondamentali: qualità dei prodotti e innovazione di servizio, organizzazione commerciale e investimenti di marketing.
Da un'indagine relativa alla "brand image", il marchio "Ariosto" registra un elevato indice di notorietà presso le consumatrici, pari al 62% fra ricordo spontaneo e suggerito







LA MANDORLE


Da quando è stata creata nel 1989, La Mandorle ricerca nella Natura le sue risorse. Fu la prima a proporre alternative che permettano di profittare della ricchezza della frutta secca oleosa al quotidiano, per la quale i benefici sono stati largamente dimostrati nell'alimentazione mediterranea, particolarmente nella dieta cretese.
Attenta sia alle tecniche avanzate che al rispetto delle virtù delle sostanze naturali vegetali, La Mandorle propone mediante un processo brevettato delle bevande vegetali istantanee con un alto concentrato di frutta, utilizzata sgrassata parzialmente per concentrarne i principi nutritivi essenziali come proteine, fibre, e minerali, rispettando sempre gli acidi grassi indispensabili. Al finale, risulta una bevanda esclusiva a 97% di frutta istantanea con la migliore percentuale del mercato.
Fonte naturale di vitalità, i prodotti La Mandorle permettono di ottimizzare e preservare il capitale salute dei giovani e meno giovani . Gli ingredienti contenenti lattosio, glutine, soia sono esclusi. Tutti i prodotti La Mandorle sono privi naturalmente di lattosio, glutine e soia, e si presentono come alternativa ideale al latte animale o altre bevande vegetali. In pieno sviluppo, La Mandorle si impegna a rispettare i suoi criteri di qualità e di etica, con sempre prodotti dietetici e innovativi, mantenendo una posizione Naturale e Bio.






EMULSIO IL SALVAMBIENTE


Emulsio ilSalvambiente è la prima linea di detergenti in ricariche concentrate, idrosolubili che permettono di ottenere la stessa quantità e la stessa qualità di detersivo abituale, semplicemente sciogliendole in acqua.
La linea è il risultato della ricerca costante di Sutter in termini di “innovazione di prodotto” e di “salvaguardia dell’ecosistema”. Emulsio IlSalvambiente rivoluziona infatti le logiche di acquisto e quelle di consumo, a tutto vantaggio dell'ambiente
La linea Emulsio ilSalvambiente ribadisce l’impegno di Sutter nella tutela dell’ambiente e, non di meno, l’attenzione del brand al portafoglio dei consumatori.
Sostituire i flaconi di detergenti che si consumano in Italia con le ricariche Emulsio ilSalvambiente equivarrebbe a eliminare il 90%* di plastica (*riutilizzando il flacone 10 volte), l’82%** della circolazione di camion per trasportarla e l’87%** di emissioni di CO2 (** se tutti in Italia adottassero le ricariche).
E inoltre, perché pagare la plastica quando si può comprare solo la forza pulente risparmiando il 50% sul costo del classico packaging?
Due ricariche concentrate equivalgono infatti a due confezioni abituali, con la garanzia della stessa forza pulente dei normali detergenti e con un risparmio del 50%, grazie all’abbattimento dei costi di trasporto e imballaggio.
Il flacone (starter kit) acquistabile nei principali punti vendita della grande distribuzione nelle versioni sgrassatore, detergente per i vetri e per i pavimenti, può essere riutilizzato tantissime volte comprando solo le ricariche.
Per maggiori informazioni sui prodotti Emulsio ilSalvambiente collegati al sito: www.ilsalvambiente.it




LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...